Follow by Email

giovedì 5 marzo 2015

IL DIO DELL'AMORE by Maryna

E lo stregone invocò il Dio del Fuoco
mentre gli Dei della Luna e del Mare bisbigliavano
sulla sorte di questi strani esseri
che continuavano ad agitarsi sul loro piccolo mondo.
Il Dio del Silenzio, sbadigliando, 
andò a dormire
all’avvicinarsi danzante del Dio della Musica.
Richiamato dalle dolci note,
 il timido Dio dell’Amicizia
con passo incerto, chiese di partecipare al rito
e intanto il fuoco scioglieva l’anima 
e scaldava il cuore,
ma non bastava...
 e la chitarra sotto la luna si mise a creare
 magie accompagnando la voce del mare

"Fantasia..fantasia.. danza senza fermarti..
e innonda questo mondo di magia.."


Bevendo un bicchier di vino tutti si accorsero
che uno solo mancava alla riunione...
era Amore, il dolce, forte
e passionale Dio dell'Amore.
Quando lo stregone alzò lo sguardo
gridò parole che  gli uomini non  comprendevano.
Solo allora il fuoco si fece più vivo
e le voci salirono in alto cantando:
"Ehilà Dio dell’Amore,
porta nettare magico per le nostre bocche,
vieni accanto al fuoco e raccontaci
dolci e sognanti storie.
Inebria di fantasia i nostri cuori,
vieni qui con noi."
Mentre la luna usciva dal mare in lame lucenti,
il Dio Amore fece capolino tra gli scogli bianchi
e rispose:
"Non c'è bisogno di fantasia per riscaldare un cuore,
non c'è bisogno nemmeno di un fuoco 
o una chitarra,
ma basto io
che so infiammare e far fantasticare..
io l'AMORE.

by Maryna
                                                      Copyright@2010                                                                      
                            by Maryna
                          da FANTASTICHE STORIE